Corsi Propedeutici

Con il Decreto Legislativo n. 60 del 13 aprile 2017 e il D.M. 382 del 11 Maggio 2018, i Corsi Propedeutici sono diventati, a tutti gli effetti, Corsi Ordinamentali di formazione finalizzati all’accesso ai Corsi Accademici di I Livello. Il Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia ha attivato i Corsi Propedeutici fin dall’A.A. 2019/20, primo anno della loro istituzione.

L’età minima di accesso è di 13 anni da compiere entro l’anno solare, con possibilità di eccezioni in casi di particolare talento; si accede con Esame di ammissione in 2 prove: una strumentale ed una specifica per accertare le competenze di Teoria, ritmica e percezione musicale. Per gli studenti stranieri è richiesta una sufficiente conoscenza della lingua italiana, accertata durante l’esame di ammissione.

Al temine del Corso di studi viene rilasciato un Certificato con l’indicazione del livello di competenza conseguito. Per tutte le informazioni sui Piani di studio di tutte le Scuole e sui Programmi completi per gli Esami di ammissione, consultare le pagine dedicate (qui di seguito), i Regolamenti e il Manifesto degli Studi allegati in calce.


Scuole per Corso Propedeutico:

Dipartimento di Canto e Teatro Musicale:

Dipartimento di Didattica della Musica:

Dipartimento degli Strumenti ad arco e a corde:

Dipartimento degli Strumenti a Fiato e a Percussione:

Dipartimento degli Strumenti a tastiera:

Dipartimento di Teoria e Analisi, Composizione e Direzione:


Regolamento dei Corsi propedeutici

Vista la Legge 508/99; Visto il D.P.R. 132/03; Visto il D.P.R. 212/05;

Visto il D.L. n.60 del 13 Aprile 2017 art.15; Visto il D.M. 382 del 11 Maggio 2018

Vista la delibera del Consiglio Accademico in data 25.02.19 Vista la delibera del CdA in data 28.02.19

ART. 1 – Attivazione e criteri generali

  1. A partire dall’Anno Accademico 2019/2020, il Conservatorio “G. Puccini” della Spezia, di seguito denominato Conservatorio, istituisce corsi propedeutici, finalizzati alla preparazione delle prove per l’accesso ai corsi accademici di studio di primo livello.
  2. Visti i livelli di preparazione richiesti per l’ammissione ai corsi accademici e la prevedibile disomogeneità anagrafica e di abilità degli studenti che frequenteranno i corsi propedeutici, l’ordinamento di questi è improntato a criteri di flessibilità e personalizzazione, per garantire ad ogni singolo studente il percorso formativo migliore.
  3.   Vengono attivati corsi propedeutici relativi a tutti i seguenti corsi accademici attualmente istituiti:
  • Composizione
  • Clavicembalo e tastiere antiche
  • Organo
  • Pianoforte
  • Strumenti a percussione
  • Fisarmonica
  • Canto
  • Violino
  • Viola
  • Violoncello
  • Contrabbasso
  • Arpa
  • Chitarra
  • Clarinetto
  • Corno
  • Fagotto
  • Flauto
  • Oboe
  • Sassofono
  • Tromba
  • Trombone
  • Didattica della musica
  • Basso elettrico jazz
  • Batteria e percussioni jazz
  • Canto jazz
  • Chitarra jazz
  • Clarinetto jazz
  • Composizione jazz
  • Contrabbasso jazz
  • Pianoforte jazz
  • Sassofono jazz
  • Tromba jazz
  • Trombone jazz
  • Violino jazz
  1. L’Istituto, nell’ambito della propria autonomia, potrà decidere di ridurre il numero dei corsi attivati, fatto salvo il diritto degli studenti già iscritti di completare il percorso formativo.

ART. 2 – Durata dei corsi

La normale durata dei Corsi propedeutici è di tre anni. È possibile abbreviare la durata dei corsi, previo il superamento degli esami e delle altre forme di verifica previsti.

ART. 3 – Ammissione ai corsi e piani di studio

  1. Ai corsi propedeutici si accede, a partire dall’età minima di 13 anni, dopo il superamento di esami di ammissione, nel limite dei posti disponibili, subordinatamente alle ammissioni ai corsi accademici.
  2. Gli esami di ammissione sono volti ad accertare il livello di preparazione dei candidati, negli ambiti dello Strumento e della Teoria lettura ed educazione dell’orecchio. Gli esami di ammissione si svolgono quindi in due prove. I programmi dei suddetti esami vengono deliberati dal Consiglio Accademico, su proposta dei Dipartimenti, conformemente alla Tabella E del D.M. 382 del 11 Maggio 2018.
  3. Al termine degli esami di ammissione viene stilata una graduatoria dei candidati idonei, sulla base dei voti attribuiti, espressi in decimi. A parità di votazione ha la precedenza il candidato più giovane.
  4. a) Ad ogni studente possono venir attribuiti debiti e riconosciuti crediti. Per ogni studente ammesso, in seguito all’esito dell’esame di ammissione, viene stabilito un personale percorso di studi, che può prevedere sia la riduzione, sia l’aumento dei corsi da frequentare, rispetto al normale percorso. Tale percorso potrà essere aggiornato durante il corso di studi. b) Per gli studenti stranieri è richiesta una sufficiente conoscenza della lingua italiana accertata durante l’esame di ammissione. Possono essere previste attività specifiche per l’approfondimento della lingua italiana.

ART. 4 – Articolazione dei corsi

  1. I corsi propedeutici sono articolati in moduli da 15 a 30 ore di lezione, così come previsto nei singoli piani di studio.
  2. La partecipazione alle attività artistiche del Conservatorio verrà concordata con la direzione, in considerazione delle necessità formative e degli impegni scolastici di ogni singolo studente.
  3. Ogni studente può richiedere di poter frequentare ulteriori corsi, tra quelli attivati.

ART. 5 – Iscrizione e frequenza

  1. Lo studente ammesso è tenuto al pagamento di un contributo di frequenza deliberato annualmente, prima dell’inizio dei Corsi, dal Consiglio di Amministrazione.
  2. L’organizzazione del calendario e dell’orario delle lezioni verrà stabilito nel rispetto degli obblighi di frequenza scolastica degli studenti. La frequenza obbligatoria minima ad ogni singola disciplina è del 70% delle ore di lezione previste. Tale percentuale potrà essere ridotta, in casi particolari, dagli organi accademici su proposta del docente del corso.

ART. 6 – Contemporanea frequenza di corsi diversi

Sono ammessi alla frequenza allievi frequentanti scuole secondarie di ogni ordine e grado nonché il Liceo Musicale. A tal fine il Conservatorio può stipulare convenzioni con scuole secondarie di secondo grado, diverse dai licei musicali, con le quali disciplinano le modalità per consentire la contemporanea frequenza dei corsi propedeutici e della scuola secondaria.

È possibile frequentare contemporaneamente due corsi propedeutici diversi, previo superamento dello specifico esame di ammissione.

È data possibilità di frequentare un corso propedeutico anche agli studenti iscritti ai corsi di alta formazione musicale, nel caso che si tratti di corsi di aree diverse.

ART. 7 – Esami e certificazioni

Possono sostenere gli esami solamente gli studenti iscritti ai Corsi propedeutici dell’Istituto.

Al termine dei tre anni del corso principale di strumento, accertato l’assolvimento degli obblighi di frequenza, lo studente potrà sostenere gli esami, i cui programmi sono stabiliti coerentemente con  i requisiti richiesti per l’accesso ai corsi accademici.

Le commissioni d’esame sono costituite da almeno tre componenti. I voti vengono espressi in decimi. In caso di mancato superamento degli esami, lo studente potrà ripresentarsi nelle sessioni successive. Lo studente potrà chiedere, altresì, di frequentare nuovamente il corso.

Al termine dei corsi propedeutici l’Istituto, verificato il rendimento di ogni studente, rilascerà, su richiesta, una certificazione attestante il programma di studio svolto, la preparazione raggiunta e gli esami superati.

Il passaggio da un anno all’altro avviene per scrutinio al termine dell’anno. Si ritiene promosso all’anno successivo lo studente che abbia conseguito una votazione pari o superiore a 6 su 10. In caso di insufficienza lo studente è tenuto a svolgere esame di riparazione da tenersi esclusivamente in sessione autunnale.

I corsi complementari annuali (Pratica pianistica-Storia della musica) potranno protrarsi fino a un massimo di tre anni (durata massima del corso strumentale). L’idoneità relativa dovrà essere rilasciata dal docente stesso a fine corso; nel caso in cui lo studente non raggiunga gli obiettivi previsti potrà ripetere il corso.

ART. 8 – Passaggio dai corsi preaccademici a quelli propedeutici

Gli studenti iscritti al primo ed al secondo periodo dei corsi preaccademici dell’Istituto, una volta ottenuta la certificazione del secondo periodo, passeranno ai Corsi Propedeutici, senza esami di ammissione. Gli studenti iscritti al terzo periodo hanno diritto a completare il percorso intrapreso o a transitare nei Corsi Propedeutici. Nel caso di tali passaggi, si terrà conto della preparazione raggiunta e degli esami superati.

ART. 9 – Corsi per “giovani talenti”

  1. Così come previsto dall’art.5 del D.M. 382-11 Maggio 2018, vengono attivati corsi al fine di valorizzare e favorire la formazione accademica di giovani studenti che, pur non ancora in possesso dei requisiti richiesti per l’accesso ai corsi accademici, siano dotati di particolari e spiccate attitudini e capacità musicali.
  2. Possono iscriversi a tali corsi studenti di età massima di anni 12, dotati di una preparazione tecnico strumentale o compositiva pari o superiore al livello richiesto per l’accesso ai corsi accademici di primo livello, da accertarsi previo apposito esame di verifica.
  3. Per ciascuno studente iscritto in possesso dei requisiti previsti dal comma precedente il Consiglio Accademico predispone, sotto la guida di un docente tutor per tutta la durata del corso, un piano formativo individualizzato in base all’età, al livello tecnico e a quello teorico. Tale piano formativo definisce, annualmente, le discipline da frequentare, le ore e gli orari di lezione tenendo conto della contemporanea frequenza dello studente con la scuola secondaria di primo o di secondo grado.

Al termine del percorso formativo individualizzato, raggiunta una età che lo consenta, lo studente può accedere ai corsi accademici di primo livello offerti dal Conservatorio tramite l’esame di ammissione.

  1. Le lezioni erogate prima dell’iscrizione ai corsi accademici di primo livello non possono essere computate in crediti formativi, ma è possibile il riconoscimento della frequenza pregressa ai fini del raggiungimento dei minimi necessari per l’ammissione agli esami di profitto.

Le ore di lezione svolte dai docenti nei confronti degli studenti di cui al comma 1 sono computabili nel monte ore di docenza frontale.

TABELLE:

CORSI PROPEDEUTICI ARCHI (VIOLINO-VIOLA-VIOLONCELLO-CONTRABBASSO) FIATI (FLAUTO-CLARINETTO-FAGOTTO-CORNO-OBOE-TROMBA-TROMBONE-SASSOFONO)
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Pratica pianistica

15
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Storia della musicaStoria della musica
30
Musica d’insiemeCoro30

Orchestra
3030
CORSI PROPEDEUTICI TASTIERE-FISARMONICA-STRUMENTI A PERCUSSIONE
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Pratica pianistica*

15
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Storia della musicaStoria della musica
30
Musica d’insiemeCoro30

Musica da camera
3030

*(solo per Fisarmonica/Strumenti a percussione)

CORSI PROPEDEUTICI
CHITARRA-ARPA
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Storia della musicaStoria della musica
30
Musica d’insiemeCoro30

Orchestra
30
Musica da camera

30
CORSI PROPEDEUTICI
DIDATTICA DELLA MUSICA
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento o Canto303030
Pratica pianistica

10
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Elementi di composizione e analisi per Didattica2020
Storia della musicaStoria della musica per Didattica2020
Musica d’insiemeCoro30

CORSI PROPEDEUTICI CANTO
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Pratica pianistica

15
Storia della musicaStoria della musica
30
Musica d’insiemeCoro3030
Musica da camera

30
CORSI PROPEDEUTICI
COMPOSIZIONE
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Secondo strumento1515
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Lettura della partitura151515
Storia della musicaStoria della musica
30
Musica d’insiemeCoro30

CORSI PROPEDEUTICI STRUMENTI JAZZ
AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE


I annoII annoIII anno
Esecuzione ed interpretazioneStrumento/Composizione303030
Pianoforte II strumento (Batteria per i pianisti)

15
Teoria e analisiTeoria lettura educazione dell’orecchio303030
Specificità ritmiche e modelli ritmici del jazz15

Ascolto guidato ed analisi estemporanea

15
Musica d’insiemeGruppo, ensemble o orchestra
3030

Programmi di ammissione disponibili al seguente link: http://www.conssp.it/ Programmi di studio disponibili al seguente link: https://conssp.it/didattica/corsipropedeutici/

TARIFFE:

Le tariffe annuali per i corsi propedeutici e propedeutico jazz sono le seguenti:

➔ € 500 da versare tramite canale PagoPa, € 21,43 e € 6,04 da versare all’Agenzia delle Entrate. Non sono previsti ESONERI per reddito.

➔ Tali importi sono comprensivi di Assicurazione pro capite annuale.

Per tutte le altre informazioni non contenute nel presente Regolamento si rimanda al Manifesto degli studi pubblicato ogni anno sul sito del Conservatorio.

La Spezia, 29/03/2019

foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia
foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia