Pianoforte

L’Esame di ammissione al Corso Propedeutico per la scuola di Pianoforte è articolato come segue:

  1. Esecuzione di una scala maggiore e della sua relativa minore nell’estensione di quattro ottave, per moto retto e contrario, scelta dalla commissione tra tutte le tonalità ed esecuzione degli arpeggi di tonica corrispondenti nell’estensione di quattro ottave.
  2. Esecuzione di uno Studio scelto fra 6 presentati dal candidato, tratti dalle seguenti raccolte: Czerny, op. 299; Bertini, op. 29; Heller op. 45; Pozzoli, Studi per moto rapido; Pozzoli, Studi di media difficoltà oppure di altri autori o raccolte purché di difficoltà equivalente o superiore.
  3. Esecuzione di una composizione di J. S. Bach scelta fra 3 Invenzioni a due voci ed un brano dalle Suites Francesi o dalle Suites Inglesi, presentati dal candidato; è sua facoltà presentare brani di difficoltà superiore dello stesso autore.
  4. Esecuzione del primo movimento di una Sonata classica (Haydn, Mozart, Clementi, Beethoven, Schubert) o di una intera Sonatina difficile.
  5. Esecuzione di uno o più brani del XIX e XX secolo.
  6. Lettura a prima vista

Piano di studi – Pianoforte

AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE
I ANNO
ORE
II ANNO
ORE
III ANNO
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Teoria e analisiTeoria, lettura, educazione dell’orecchio303030
Storia della musicaStoria della musica30
Musica d’insiemeCoro30
Musica d’insiemeMusica da camera3030
(in allegato in calce è disponibile il formato Word, da scaricare)

Esame finale:

Stesso programma di quello previsto per l’ammissione al Triennio Accademico, come di seguito riportato.

Prima Prova: 

  1. Esecuzione di uno Studio estratto a sorte fra 3 presentati, di tecnica diversa, scelti tra quelli di C. Czerny (op. 740), J. B. Cramer (60 Studi), M. Clementi (Gradus ad Parnassum), I. Moscheles, F. Mendelssohn, J. C. Kessler, F. Chopin, F. Liszt, A. Scriabin, C. Debussy, S. Rachmaninov, S. Prokof’ev, o Studi di altri Autori di equivalente livello tecnico; 
  2. Esecuzione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente: a) un Preludio e Fuga da Il Clavicembalo ben temperato di J. S. Bach o altra composizione significativa dello stesso Autore; b) un movimento di una Sonata di M. Clementi, F. J. Haydn, W. A. Mozart, L. van Beethoven o F. Schubert; c) una o più composizioni significative tratte da quelle di F. Schubert, R. Schumann, F. Chopin, F. Liszt, F. Mendelssohn, J. Brahms, C. Franck, C. Debussy, M. Ravel, A. Scriabin, S. Rachmaninov, S. Prokof’ev o di altri Autori, composte nei secoli XIX e XX. La Commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

Seconda Prova: Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata.



Video © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia
foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia