Violino DCPL54

Il settore artistico-disciplinare Violino rientra nell’Area delle Discipline Interpretative; concerne l’acquisizione delle abilità tecniche e delle competenze musicali, culturali e interpretative relative allo strumento, e a quelli affini, necessarie per affrontare, con piena consapevolezza delle correlate prassi esecutive, i diversi repertori delle varie epoche fino ainostri giorni. Si approfondiscono anche quegli aspetti esecutivi e interpretativi relativi all’uso dello strumento nell’attività concertistica solistica, d’insieme e con orchestra. Al fine di una completa formazione dello strumentista sono altresì comprese nel settore discipline che si riferiscono alla storia e alla tecnologia dello strumento nonché conoscenze metodologiche riferite alla didattica dello strumento stesso. È previsto inoltre l’approfondimento della trattatistica relativa, del repertorio con riferimento a singoli periodi storici e delle metodologie riferite all’improvvisazione sullo strumento nonché alle tecniche di lettura estemporanea (vd. pag. 4 del DM del 03/07/2009 allegato in calce).

Il programma dell’Esame di ammissione al corso di Diploma accademico di primo livello in Violino è articolato nelle seguenti prove:

  1. Presentazione di almeno 3 Studi di almeno due differenti autori scelti fra quelli di Kreutzer, Rode, Dont (op. 35), Gavinies, Fiorillo.
  2. Due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Sonata o Partita di J. S. Bach.
  3. Presentazione di almeno un brano per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, tratto dal repertorio fondamentale.
  4. Esecuzione di una scala a corde semplici di tre ottave, con relativo arpeggio, scelta dalla commissione tra dieci presentate dal candidato e di una scala a corde doppie di due ottave, per terze e ottave, scelta dalla commissione tra: Sol magg., La magg. e Si bemolle magg.

La commissione si riserva la facoltà di interrompere la prova in qualsiasi momento.


Prassi Esecutive e Repertori 1, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a Commissione.

Programma d’esame:

  1. Due tempi da una Sonata o Partita per Violino solo di J. S. Bach.
  2. Primo movimento di un Concerto del periodo classico.
  3. Esecuzione di un Capriccio di Rode estratto seduta stante tra quattro presentati.
  4. Un brano a scelta dello studente.

Prassi Esecutive e Repertori 2, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a Commissione.

Programma d’esame:

  1. Due tempi da una Sonata o Partita per Violino solo di J. S. Bach diversi da quelli presentati nell’esame precedente.
  2. Primo movimento di un Concerto del periodo romantico.
  3. Esecuzione di un Capriccio di Dont estratto seduta stante tra quattro presentati.
  4. Un brano a piacere

Prassi Esecutive e Repertori 3, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a Commissione.

Programma d’esame:

  1. Una Sonata o Partita intera per Violino solo di J. S. Bach (in questa prova si possono presentare brani già eseguiti in precedenti esami)
  2. Un Concerto intero a scelta da Mozart ai contemporanei
  3. Un Capriccio di Paganini estratto tra 2 presentati
  4. Un brano a piacere

Musica d’insieme per strumenti ad arco/Quartetto 1, 26 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Musica d’insieme per strumenti ad arco/Quartetto 2, 30 ore (9 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Musica da camera 1, 26 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Musica da camera 2/Prassi Esecutive e repertori d’insieme da camera, 26 ore (8 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Letteratura dello strumento (passi del repertorio orchestrale), 15 ore (7 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia