Viola DCPL52

Il settore artistico-disciplinare Viola rientra nell’Area delle Discipline Interpretative; concerne l’acquisizione delle abilità tecniche e delle competenze musicali, culturali e interpretative relative allo strumento, e a quelli affini, necessarie per affrontare, con piena consapevolezza delle correlate prassi esecutive, i diversi repertori delle varie epoche fino ai nostri giorni. Si approfondiscono anche quegli aspetti esecutivi e interpretativi relativi all’uso dello strumento nell’attività concertistica solistica, d’insieme e con orchestra. Al fine di una completa formazione dello strumentista sono altresì comprese nel settore discipline che si riferiscono alla storia e alla tecnologia dello strumento nonché conoscenze metodologiche riferite alla didattica dello strumento stesso. È previsto inoltre l’approfondimento della trattatistica relativa, del repertorio con riferimento a singoli periodi storici e delle metodologie riferite all’improvvisazione sullo strumento nonché alle tecniche di lettura estemporanea (vd. pag. 4 del DM del 03/07/2009 allegato in calce).

Il programma dell’Esame di ammissione al corso di Diploma accademico di primo livello in Viola è articolato nelle seguenti prove:

Prima Prova: 

  1. Presentazione di 3 Studi di almeno due differenti autori, scelti tra di B. Campagnoli (41 Capricci), R. Kreutzer, P. Rode, P. Gaviniés, F. A. Hoffmeister. 
  2. Due movimenti scelti dal candidato tratti da una Suite per Violoncello di J. S. Bach. 
  3. Un movimento di Sonata per Viola e Pianoforte o un primo movimento di Concerto per Viola e Orchestra (trascritto per Viola e Pianoforte). 
  4. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla Commissione. La Commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

Seconda Prova:

  1. Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. 
  2. Ulteriori ambiti di accertamento delle competenze musicali di base (Pratica e lettura pianistica, Elementi di armonia e analisi, Storia della musica, ecc.), ritenute necessarie per affrontare il percorso formativo dei singoli corsi di diploma accademico di primo livello, sono definiti in autonomia dalle istituzioni. 
  3. Colloquio di carattere generale e motivazionale. 

Prassi Esecutive e Repertori 1, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: esame sostenuto davanti ad una Commissione.

Programma d’esame:

  1. 4 Studi tratti da Kreutzer, Dont, Campagnoli.
  2. Una Suite di Bach tratta dalle prime 3.
  3. Un brano con Pianoforte.

Prassi Esecutive e Repertori 2, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: esame sostenuto davanti ad una Commissione.

Programma d’esame:

  1. 4 Studi tratti da Kreutzer, Campagnoli, Hoffmeister, Dont o Rode.
  2. Una Suite di Bach, diversa quella della prima annualità.
  3. Un brano per Viola e Orchestra e un brano per Viola e Pianoforte.

Prassi Esecutive e Repertori 3, 32 ore (18 cfa)

Forma di verifica: esame sostenuto davanti ad una Commissione.

Programma d’esame:

  1. 4 Studi tratti da Campagnoli, Hoffmeister, Dont, Rode o Hermann.
  2. Un brano per Viola sola.
  3. Un brano per Viola e Pianoforte. Un brano per Viola e Orchestra.

Musica d’insieme per strumenti ad arco/Quartetto 1, 26 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Musica d’insieme per strumenti ad arco/Quartetto 2, 30 ore (9 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Musica da camera 1, 26 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Musica da camera 2/Prassi Esecutive e repertori d’insieme da camera, 26 ore (8 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Letteratura dello strumento/Passi del repertorio orchestrale, 15 ore (7 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Video © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia