Organo e Composizione organistica DCSL38

Il corso di Diploma Accademico di II Livello in Organo e Composizione Organistica ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato attraverso lo studio specifico ed approfondito della letteratura musicale in particolar modo delle tastiere antiche, con riferimento al XVI,  XVII e XVIII secolo,  attraverso lo studio, l’analisi, la trattatistica dell’epoca  e l’esercitazione pratica del repertorio. L’approfondimento nello studio del suddetto repertorio organistico, può essere finalizzato a valide e attuali proposte concertistiche, nonché all’acquisizione di un patrimonio didattico finalizzato all’insegnamento della letteratura organistica antica.

Coloro che conseguono il Diploma Accademico di II Livello devono:

  • conoscere, attraverso la pratica,  il repertorio solistico di difficoltà avanzata.
  • conoscere, attraverso la pratica,  il repertorio cameristico con organo concertante.
  • conoscere, attraverso la pratica,  il repertorio vocale e strumentale cameristico con Basso Continuo.
  • conoscere le principali tecniche compositive e di improvvisazione relative al periodo storico trattato.
  • essere in grado di concertare ed eseguire brani d’insieme in modo efficiente, come si richiede oggi nel mondo professionale.
  • essere in grado di effettuare elaborazioni, riduzioni o trascrizioni nell’ambito del proprio  repertorio.
  • aver acquisito una autonoma capacità di compiere scelte interpretative,  basate sulla conoscenza storico-stilistica e sull’analisi.

Sbocchi professionali: Concertista solista. Concertista in formazioni da camera, specializzate sulla musica antica (Solista o Basso Continuo). Operatore musicale liturgico (Organista in Chiesa). Compositore organistico.

Esame di ammissione:

  1. G. Frescobaldi – Una Toccata dal I o dal II Libro;
  2. Una composizione di D. Buxtehude;
  3. J. S. Bach – Un movimento di Triosonata

Il criterio sarà quello della suddivisione in cinque gruppi della letteratura organistica  in un arco di tempo che andrà dal Rinascimento – Primo Barocco (Merulo, Gabrieli, Frescobaldi), fino alla grande letteratura francese barocca (De Grigny e Couperin) e la centralità di  J. S. Bach. Il repertorio verrà concordato all’inizio del corso con il docente, attraverso una scelta fatta fra i seguenti autori, con la possibilità di inserire anche ulteriori nomi relativi all’epoca in questione:

  1. Claudio Merulo, Giovanni e Andrea Gabrieli, Girolamo Frescobaldi, Michelangelo Rossi.
  2. Jan Pieterszoon Sweelinck, William Byrd, John Bull.
  3. Heinrich Scheidemann,  Matthias Weckmann, Dietrich Buxtehude, Nicolaus Bruhns, Georg Böhm, Johann J.Froberger, Georg Muffat.
  4. François Couperin, Nicolas de Grigny.
  5. Johann Sebastian Bach

Prassi Esecutiva e repertorio 1, 40 ore (21 cfa)

Forma di verifica: esame davanti a Commissione.

Esecuzione in forma di concerto di brani presi in esame dagli autori proposti.  Durata 40 minuti.

Prassi Esecutiva e repertorio 2, 40 ore (21 cfa)

Forma di verifica: esame davanti a Commissione.

Esecuzione in forma di concerto di brani presi in esame dagli autori proposti.  Durata 40 minuti.

(Gli autori o i brani del  II anno dovranno essere diversi da quelli già presentati al  I anno)


Pratica del basso continuo all’Organo 1, 21 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Pratica del basso continuo all’Organo 2, 21 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione


Letteratura dello strumento 1, 18 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una Commissione

Programma d’esame: Discussione di una breve tesi presentata dall’allievo, elaborata nel corso dell’annualità e finalizzata al perfezionamento delle conoscenze riguardanti l’interazione tra le diverse classi operative nella Letteratura dello strumento, nell’ambito dei processi generatori della forma e il ruolo assunto in tal senso dalle caratteristiche dello specifico genere di strumenti utilizzati dallo studente, oltre che da eventuali altri fattori extramusicali. Lo studio avrà carattere monografico, sarà finalizzato alla redazione della tesi e verterà su un argomento, concordato con ciascun allievo, che potrà riguardare brani appartenenti alla letteratura musicale destinata agli strumenti da esso praticati sia in qualità di solista sia in qualità di componente di gruppi cameristici e/o sinfonici e scritta nel periodo che va dal tardo Rinascimento al Novecento.

Letteratura dello strumento 2, 18 ore (6 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una Commissione

Programma d’esame: Discussione di una breve tesi presentata dall’allievo, elaborata nel corso dell’annualità e finalizzata al perfezionamento delle conoscenze riguardanti l’interazione tra le diverse classi operative nella Letteratura dello strumento, nell’ambito dei processi generatori della forma e il ruolo assunto in tal senso dalle caratteristiche dello specifico genere di strumenti utilizzati dallo studente, oltre che da eventuali altri fattori extramusicali. Lo studio avrà carattere monografico, sarà finalizzato alla redazione della tesi e verterà su un argomento, concordato con ciascun allievo, che potrà riguardare brani appartenenti alla letteratura musicale destinata agli strumenti da esso praticati sia in qualità di solista sia in qualità di componente di gruppi cameristici e/o sinfonici e scritta nel periodo che va dal tardo Rinascimento al Novecento.


Tecniche contrappuntistiche 1, 30 ore (9 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione

Tecniche contrappuntistiche 2, 30 ore (9 cfa)

Forma di verifica: Esame sostenuto davanti a una commissione