Violino

L’Esame di ammissione al Corso Propedeutico per la scuola di Violino è articolato come segue:

  1. Esecuzione di una scala con relativo arpeggio di due ottave a corde semplici in posizione fissa scelta dalla commissione fra tre presentate dal candidato nelle prime tre posizioni (1°, 2° e 3°); in alternativa il candidato potrà presentare ed eseguire due scale di tre ottave a corde semplici con il relativo arpeggio.
  2. Quattro Studi scelti con almeno tre di queste caratteristiche: in prima, seconda, terza posizione, cambiamenti di posizione, corde doppie.
  3. Brano a scelta del candidato.

La Commissione si riserva la facoltà di ascoltare integralmente o parzialmente il programma presentato.

Seconda prova:
Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata.
Ulteriori ambiti di accertamento delle competenze musicali di base (Pratica e lettura pianistica, Elementi di armonia e analisi, Storia della musica, ecc.), ritenute necessarie per affrontare il percorso formativo dei singoli corsi di Diploma accademico di primo livello, sono definiti in autonomia dalle istituzioni.


Piano di studi – Violino

AREA FORMATIVAINSEGNAMENTIORE
I ANNO
ORE
II ANNO
ORE
III ANNO
Esecuzione ed interpretazioneStrumento303030
Esecuzione ed interpretazionePratica pianistica15
Teoria e analisiTeoria, lettura, educazione dell’orecchio303030
Storia della musicaStoria della musica30
Musica d’insiemeCoro30
Musica d’insiemeOrchestra3030
(in allegato in calce è disponibile il formato Word, da scaricare)

Esame di passaggio dal 1° al 2° anno:

  1. Esecuzione di scale a tre ottave con il relativo arpeggio scelta tra tre presentate dal candidato.
  2. Esecuzione di due Studi di due autori differenti, scelti dalla commissione, tra 6 presentati dal candidato e tratti dai seguenti volumi: Mazas (op. 36 vol. 1); Sitt 100 studi 3° vol.; Dont (op. 37) o altri metodi equivalenti.
  3. Esecuzione di uno/due movimenti, a scelta della commissione, tratti da una semplice composizione per violino e pianoforte presentata per intero dal candidato.

La Commissione si riserva la facoltà di ascoltare integralmente o parzialmente il programma presentato.


Esame di passaggio dal 2° al 3° anno:

Esame o Idoneità (Esame in presenza di una valutazione minima di 8/10 oppure rilascio di idoneità certificata)

Programma:

  1. Esecuzione di una scala di tre ottave con relativo arpeggio a note sciolte e legate scelta dalla commissione tra sei (maggiori e minori) presentate dal candidato.
  2. Esecuzione di due Studi di due autori differenti scelti dalla commissione tra quattro presentati dal candidato e tratti dai seguenti volumi: Kreutzer, Dont (op. 37), Mazas (op. 36 vol. I). N.B. Gli Studi presentati dovranno essere diversi da quelli eseguiti negli esami precedenti.
  3. Esecuzione di uno studio a corde doppie di Polo o altro metodo equivalente
  4. Esecuzione di due movimenti, a scelta della commissione, tratti da semplice Sonata o Concerto presentati per intero.

La Commissione si riserva la facoltà di ascoltare integralmente o parzialmente il programma presentato.



foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia
foto © Conservatorio “Giacomo Puccini” della Spezia